RICERCA HOTEL FIRENZE


Destinazione
Arrivo
Partenza

Share

Risorse

Libro: Botticelli di Alessando Cecchi

libro sulle opere di botticelli Alessandro Cecchi, esperto del rinascimento fiorentino, ripercorre in questa monografia tutta la vita di Botticelli, dalla sua formazione nella bottega di Filippo Lippi alle opere della tarda maturità. Accanto a un ricco apparato iconografico, incentrato molto sui dettagli, il volume offre novità attributive e documenti inediti.

Assisi: i quadri

Il progetto ripercorre la vita, con alcuni cenni biografici. Contiene la descrizione delle principali opere di Botticelli, l'analisi iconografiche ed iconologiche dei dipinti.

La Primavera di Botticelli »

Massima rappresentazione del raffinato clima intellettuale della corte di Lorenzo il Magnifico, questo quadro, dipinto da Botticelli nel 1478 per la villa di Castello di Lorenzo e Pier Francesco de' Medici e oggi conservato agli Uffizi di Firenze, esprime con grande eleganza e intensità la tensione ideale della Firenze umanistica, volta a trasformare, platonicamente, la realtà in bellezza e mito.


Sandro Botticelli: la vita e le opere

sandro botticelliSandro Botticelli nasce nel 1445 a Firenze, nella borgata Ognissanti, muore nella stessa città all'età di 65 anni, nel 1510. Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi, il suo vero nome, secondo alcuni viene soprannominato Botticelli a causa del fratello, molto robusto e grosso, chiamato il “Botticella”, nasce in una famiglia di commercianti fiorentini, il padre, Amedeo Filipepi, era un conciatore di pelli, ultimo di quattro figli.

da giovanissimo dà prova del suo interesse verso l'arte iniziano prima come apprendista orafo,  per poi entrare nella bottega di Filippo Lippi restandovi fino al 1466, l'anno dopo è a bottega da Andrea del Verrocchio insieme a Leonardo Da Vinci, di questo periodo è la Pala di Sant'Ambrogio, una delle prime opere autonome. Nel 1470 divenne pittore indipendente con una bottega propria.

Le prime commissioni arrivano dalla famiglia Medici, ed è proprio in questo periodo che realizza le sue opere più famose: Primavera, Nascita di Venere, Pallade e il Centauro.

Nel 1481 si reca a Roma per eseguire gli affreschi delle pareti mediane della Cappella Sistina, su richiesta di Lorenzo il Magnifico che inviò i migliori artisti fiorentini, unendosi a Piero Perugino. Sandro Botticelli esegue tre episodi, ma a causa della morte del padre, avvenuta il 20 febbraio del 1482, fu costretto a far rientro a Firenze.

I tre affreschi realizzati da Botticelli con la collaborazione di altri artisti, considerata l'estensione delle opere, sono le Prove di Mosè, le Prove di Cristo e la Punizione di Qorah, Dathan e Abiram, e diverse figure di papi ai lati delle finestre (tra cui Sisto II) oggi molto danneggiate e ridipinte.

Botticelli, eseguiva le sue opere andando oltre alle regole stilistiche del Rinascimento, egli dipingeva con stile quasi medioevale, respingendo la prospettiva, ma esaltando la fisionomia delle forme: l'idealizzazione viene alla luce con il disegno, attraverso la figura, che nasce con il profilo e la linea.

L'elemento della religiosità nelle opere di Botticelli è come se fosse presente quasi in tutte le opere, d'altronde lo stesso viso della Venere è caratterizzato da elementi dolci e puri come quelli di una Madonna, tra le opere con soggetti religiosi, si menzionano le tele raffiguranti la Madonna, come la Madonna del Magnificat (1485 ca.), la Madonna della melagrana (1487), l'Incoronazione della Vergine (1490), tutte agli Uffizi, e Madonna e Santi (1485, Staatliche Museen, Berlino), ed infine, San Sebastiano (1473-74, Staatliche Museen, Berlino) e un affresco con Sant'Agostino (1480, Ognissanti, Firenze).

Tuttavia, con le infuocate prediche del Savonarola contro l'intellettualismo dominante alla corte dei Medici la crisi religiosa del Botticelli divenne ancora più profonda, improntando la sua pittura a un contrito misticismo. Nella calunnia, e nella Crocifissione simbolica, la linee a e la composizione diventano più serrate

CERCA HOTEL

Destinazione
Arrivo
Partenza

L'Annunciazione di Sandro Botticelli
L'Annunciazione